Chi sta a casa in questi giorni con i bambini, sta scoprendo che loro hanno una capacità di adattamento alle varie, diverse e difficili situazioni molto superiore a quella degli adulti. Questo accade per due motivi: il primo è che i bambini sono focalizzati sul qui ed ora in modo naturale, non programmano, non pianificano il futuro con mille possibili scenari, ma sono sempre concentrati su quello che stanno facendo in questo preciso momento, sia se essi stiano mangiando, se stiano giocando ecc.; il secondo motivo è che sono molto spesso gli unici con il cuore aperto all’essenziale, quindi se ci sono gli impegni quotidiani, la scuola, lo sport ben vengano, ma se non ci sono sanno perfettamente godersi quello che è per loro il mondo essenziale e cioè la propria famiglia.

Questo non vuol dire, però, che in questi giorni non provino noia, disagio, rabbia, tristezza; i bambini, sia se abbiano uno sviluppo tipico o atipico, sono molto legati alla loro routine. Li fa sentire al sicuro, padroni nel loro piccolo della giornata, equilibrati. Un buona prassi quindi sarebbe quella di creare con i nostri bambini una routine giornaliera, seppur provvisoria, che scandisca i vari momenti della giornata senza perdere le buone abitudini che avevamo pre-quarantena.

Svegliamoci presto, facciamo colazione insieme, studiamo, giochiamo, facciamo in modo che tutti abbiano uno spazio per sé, siamo elastici ma non troppo.

Per realizzare e sperimentare possiamo realizzare un cartellone dove ogni famiglia avrà una propria routine, sbizzarritevi con le vostra arti grafiche, minimal, colorato, in bianco e nero ma fatelo. Ogni programma prima della sua realizzazione ha bisogno di essere messo per iscritto.

I vostri figli apprezzeranno, e ne riceverete giovamento anche voi.